Spedizioni in ghiaccio secco: quando sono davvero sicure?

La normativa europea regola in ogni dettaglio le procedure da seguire per corrette spedizioni in ghiaccio secco. Contenitori, etichette e datalogger i primi strumenti richiesti.

Le spedizioni in ghiaccio secco permettono di trasportare in maniera sicura e a basse temperature i prodotti termosensibili. Normalmente il ghiaccio secco ha una temperatura di -78°C ma può raggiungere durante la spedizione anche i -90°C.

Come ogni altra tipologia di spedizione, anche quando si parla di spedizioni in ghiaccio secco occorre prestare una grande attenzione ai limiti e alle regolamentazioni da seguire. L’attenzione in fase di trasporto permette infatti di consegnare il prodotto senza che questo subisca alterazioni, garantendo tutte le sue proprietà al cliente finale.

Per poter compiere spedizioni in ghiaccio secco occorre prima di tutto dotarsi di materiali e strumenti adeguati. Tra questi:

  • contenitori isotermici
  • etichette
  • datalogger

Tutte le soluzioni di Air Sea Italia per spedizioni in ghiaccio secco

Air Sea Italia risponde a tutte queste esigenze permettendo agli operatori logistici di portare a termine un trasporto in totale sicurezza e legalità.

L’azienda è infatti in grado di offrire ai propri Clienti 10 modelli di contenitori isotermici validati per il trasporto di ghiaccio secco e con capacità compresa tra i 2 e i 228L. Tutte le tipologie di contenitori proposte sono conformi ai regolamenti IATA, ADR e IMDG, rispettivamente le norme che regolamentano il trasporto di merce pericolosa via aerea, via terra e via mare.

Tutti i contenitori offerti sono validati con una temperatura esterna costante di +30°C e forniti all’interno di una busta di plastica trasparente che consente di mantenere inalterata la qualità del contenitore.

Gli imballi proposti per il trasporto in ghiaccio secco sono inoltre corredati di istruzioni per il corretto allestimento per assicurare una spedizione conforme alle normative e di alcune etichette di pericolo (in particolare per la merce indentificata dalle sigle UN1845, UN3373, UN2814) e overpack.

All’interno dell’imballo anche tre moduli in bianco per la redazione della Shipper’s Declaration. Tale documentazione risponde alla Dangerous Goods Regulations (DGR) di IATA per le spedizioni via aerea. Con tali moduli il mittente attesta di aver confezionato, etichettato e dichiarato correttamente il carico.

Per il monitoraggio continuo della temperatura Air Sea Italia e Sensitech offrono datalogger certificati. Tra i modelli a disposizione, il TempTale® Ultra Probeless Dry Ice, disponibile solo single use, è un dispositivo ad immersione diretta nel ghiaccio secco per un monitoraggio a contatto con il prodotto. Il modello ha uno spessore di 1,5 cm. Il modello TempTale® Ultra Dry Ice Probe, disponibile single use e multi use, è invece dotato di sonda esterna ed è in grado di monitorare temperature tra i -90° e +30 ° C. Il modello ha uno spessore di 1,5 cm ed è disponibile con una sonda di 1m o di 3m.

Per ulteriori informazioni sulle soluzioni per le spedizioni con ghiaccio secco non esitate a contattarci.