Come mitigare i rischi della supply chain farmaceutica

La logistica farmaceutica è di per sé complessa e delicata dal momento che deve garantire la corretta conservazione di prodotti termosensibili durante spedizioni lunghe e articolate.

Poiché nella logistica la prevenzione è fondamentale, comprendere quali sono i pericoli che corrono le spedizioni di farmaci è importante per capire le rispettive soluzioni, così da poter evitare incongruenze e garantire la qualità e l’integrità della merce.

Il prodotto è soggetto a un rischio sostanziale una volta in transito sotto il punto di vista di temperatura, integrità del prodotto o incidenti automobilistici. Anche se il rischio non si può azzerare è di fondamentale importanza avere un partner che gestisca quel rischio e riduca il rischio vicino allo zero.

E’ importante che l’azienda investa nella formazione del proprio personale così che i dipendenti possano prendersi cura del Cliente che e così rimane soddisfatto.

Valutazione dei rischi 

Il processo di valutazione dei rischi è estremamente importante, dal momento che permette di identificare e valutare i pericoli per ogni segmento della catena logistica. Una buona mappatura dei potenziali pericoli dovrebbe riguardare ogni aspetto della spedizione e ogni attore coinvolto nel processo logistico, focalizzandosi sia sul normale flusso di trasporto che su situazioni particolari, come la logistica inversa e i processi di distruzione dei prodotti.

Protocolli di comportamento e istruzioni per i corrieri

Stabilendo un regolamento condiviso e basato sui rischi calcolati e quelli prevedibili, è possibile uniformare la sicurezza lungo tutta la catena e prevenire la maggior parte dei pericoli. Una misura di questo tipo richiede che vengano considerati numerosi fattori, come le normative, i trend nel settore, la tipologia dei prodotti e le infrastrutture coinvolte: una volta analizzati tutti questi elementi, si può redigere una lista di best practice per ogni segmento logistico, così da informare ogni operatore su rischi, prassi e tempistiche. Un accento particolare andrà posto sulle istruzioni da consegnare ai corrieri e agli autisti, i quali, essendo coinvolti in prima persona nella spedizione, dovranno seguire attentamente ogni punto del protocollo.

Formazione degli autisti

Come abbiamo visto, i rischi maggiori si presentano durante la spedizione, quindi è bene che gli autisti siano preparati ad ogni evenienza. Per questo è utile sottoporli a programmi di formazione che si concentrino su:

 

  • Responsabilità aziendali
  • Responsabilità specifiche per i vari clienti 
  • Consapevolezza dei pericoli 

 

Le aziende farmaceutiche investono fortemente in qualità e integrità del prodotto all’interno dei confini delle proprie strutture e delle strutture delle loro organizzazioni di produzione. Tuttavia, tali investimenti sono inutili se i produttori di farmaci non riescono ad applicare standard simili nella loro catena di approvvigionamento – trasporto e logistica.

Dato il valore delle spedizioni farmaceutiche e biologiche, è indispensabile che le organizzazioni farmaceutiche abbiano una rappresentanza dei loro gruppi di qualità, sicurezza e logistica quando coinvolgono un fornitore di trasporti.

La spedizione può comportare un rischio enorme o può fungere da estensione delle pratiche di gestione della qualità riscontrate all’interno delle mura dello spedizioniere. I logistici farmaceutici accusati solo di controllo dei costi spesso lamentano questa dinamica.

Una lamentela comune è: “Spendiamo miliardi per produrre questo farmaco e ora dovremmo consegnarlo al corriere più economico?” Il rischio di perdere il controllo su un farmaco è una preoccupazione ovvia.

Visibilità in transito 

Alcuni trasportatori possono fornire una ricevuta della cronologia della temperatura stampata alla fine di un viaggio oppure il ricevitore può scaricare un registratore di temperatura che aveva accompagnato il prodotto durante il viaggio.

Sebbene tali metodi siano validi e già in utilizzo, servono come registrazione ex post facto.

La visibilità è una componente essenziale per l’efficienza logistica e l’assicurazione di qualità. La capacità di monitorare temperatura, localizzazione ed eventuali tentativi di apertura del carico in tempo reale rende la spedizione visibile ed è un vantaggio competitivo nelle odierne supply chain.

A questo proposito Air Sea Italia mette a disposizione, un dispositivo all’avanguardia  (TempTale GEO) che permette di monitorare in tempo reale la posizione del carico e la temperatura e di ricevere alert automatici in caso di scostamenti nella temperatura di settaggio e di apertura della porta del vano carico.

Conoscere la temperatura del farmaco in tempo reale e ricevere immediatamente Alerts che avvisano di scostamenti di temperatura sulla base dei dati di settaggio, consentono interventi proattivi per riportare le condizioni a quelle iniziali.

L’intervento immediato impedisce deterioramenti del prodotto, elimina completamente le operazioni di dossier, con inevitabile cause di perdite di tempo e di denaro. Potendo conoscere in tempo reale con il supporto di una precisa geo-localizzazione lo stato del prodotto spedito, gli attori coinvolti nella gestione delle spedizioni possono:

 

  • seguire passo a passo le consegne
  • conoscere l’esatto momento dell’arrivo del prodotto e intervenire di conseguenza in modo proattivo per impedire inutili soste prolungate, dirottamenti ecc.

 

Inoltre un sensore luce, se attivato, invia alerts immediati in caso di tentativo di effrazione del carico spedito. Proteggere la Supply Chain farmaceutica dai vari pericoli esterni è un procedimento complesso, che però può essere semplificato dall’impiego e dalla condivisione dei giusti protocolli e dall’utilizzo della strumentazione adeguata.